Pipeline
ricerca e sviluppo

La nostra pipeline di ricerca e sviluppo abbraccia alcune delle aree terapeutiche a più alto bisogno di cura.

NEUROTROFINE

NERVE GROWTH FACTOR (NGF)

l Nerve Growth Factor (NGF) è un polipeptide essenziale per la sopravvivenza e la crescita dei neuroni nel sistema nervoso simpatico e sensoriale e per la differenziazione dei neuroni nel sistema nervoso centrale. La proteina è altamente conservata attraverso le specie, con NGF umano (hNGF) e NGF murino (mNGF) che condividono il 90% di omologia nella sequenza di aminoacidi della proteina matura.

NGF lega due classi distinte di recettori:

1) recettore della tropomiosina chinasi A (TrkA), una tirosina chinasi transmembrana che è anche conosciuta come recettore NGF ad alta affinità, e

2) recettore NGF a bassa affinità (p75 LNGFR), chiamato anche recettore della neurotrofina p75 (p75NTR).

NGF e i suoi recettori sono presenti, in aggiunta ad altri segmenti sia nel segmento anteriore che in quello posteriore dell'occhio, e giocano un ruolo cruciale nella fisiopatologia di diverse malattie oculari.

RHNGF
Neurotrophic Keratitis

  • DISCOVERY

  • PRECLINICAL

  • PHASE I

  • PHASE II

  • PHASE III

  • PHASE IV

DRUG DISCOVERY

RALOXIFENE

Il raloxifene è un modulatore selettivo del recettore degli estrogeni del benzotiofene (SERM) con effetti ipolipemizzanti e attività contro l'osteoporosi. La letteratura scientifica riporta l'attività antivirale del raloxifene contro il virus Ebola, il virus dell'epatite C, l'HBV e il virus Zika e l'efficacia clinica come trattamento antivirale adiuvante dell'epatite C cronica, suggerendo così che il farmaco sia un candidato promettente per i trattamenti antivirali.

Attraverso la piattaforma di supercalcolo Exscalate e nel contesto della sovvenzione UE EXSCALATE4COV (E4C) guidata dal team di Dompé, il raloxifene è stato selezionato come una molecola promettente da studiare come possibile trattamento per pazienti COVID-19 da lievi a moderati.

RALOXIFENE
Mild to moderate COVID-19

  • DISCOVERY

  • PRECLINICAL

  • PHASE I

  • PHASE II

  • PHASE III

  • PHASE IV

IMMUNOLOGIA

REPARIXIN

Reparixin è un inibitore dei recettori CXCR1 e CXCR2. È il primo di una nuova classe di inibitori a basso peso molecolare che si pensa modifichino selettivamente l'attività del recettore attraverso un meccanismo d'azione allosterico.

Il 12 maggio 2020 l'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), sulla base dell'esperienza di sicurezza preclinica e sperimentale, ha autorizzato l'inizio di uno studio clinico di Fase 2/3 in Italia, intitolato REPAVID-19, per valutare l'efficacia e la sicurezza della reparixina in pazienti adulti ospedalizzati con grave polmonite da COVID-19.

REPARIXIN
Severe Covid-19 Pneumonia

  • DISCOVERY

  • PRECLINICAL

  • PHASE I

  • PHASE II

  • PHASE III

  • PHASE IV

REPARIXIN
Breast Cancer

  • DISCOVERY

  • PRECLINICAL

  • PHASE I

  • PHASE II

  • PHASE III

  • PHASE IV

DIABETOLOGIA

LADARIXIN

Frutto della ricerca Dompé, Ladarixin è una sostanza che agisce come inibitore dell’Interleuchina-8 (IL-8), la molecola implicata nei processi infiammatori che conducono alla progressiva distruzione autoimmune delle cellule delle isole di Langerhans nel diabete di tipo 1.

Attualmente in Fase II di sperimentazione clinica, la sostanza punta a contrastare in maniera innovativa le reazioni infiammatorie che caratterizzano la fase iniziale del diabete di tipo 1.

Obiettivo del trattamento con Ladarixin è di limitare i fenomeni conseguenti alla risposta immunitaria “sbagliata” dell’organismo che conduce alla produzione di autoanticorpi e cellule T attivi contro le cellule delle isole pancreatiche e quindi all’insorgenza di diabete di tipo 1.

LADARIXIN
TYPE 1 DIABETES ONSET

  • DISCOVERY

  • PRECLINICAL

  • PHASE I

  • PHASE II

  • PHASE III

  • PHASE IV

Dompé farmaceutici S.p.A. Socio Unico / Capitale sociale € 50.000.000,00
REA MI 289519 - Registro Imprese di Milano / Codice Fiscale e Partita IVA (VAT) IT00791570153

Chiudi