19 gennaio 2022

Dompé, investimenti strategici e collaborazione con Engitix per l'uso di Exscalate, la piattaforma di intelligenza artificiale per la drug discovery

  • Dompé farmaceutici è tra gli investitori del round di serie A da 54 milioni di dollari di Engitix, guidato dal fondo Netherton Investments che investe per conto di Mike Platt di BlueCrest Capital
  • Nell'ambito di una collaborazione strategica pluriennale e sulla fibrosi e sui tumori solidi associati al fegato, Dompé fornirà l'accesso alla sua piattaforma Exscalate che applica intelligenza artificiale e supercomputing alla scoperta di nuove molecole e alle strutture per lo sviluppo di farmaci, in cambio di milestones e royalties
  • Entrano a far parte del consiglio di amministrazione di Engitix Gianluca Rossetti, Corporate Business Development Director di Dompé e Mike Platt, co-fondatore e amministratore delegato di BlueCrest Capital

MILANO e SAN MATEO, California, 19 gennaio 2022 - Nell'ambito di un round finanziamento di serie A di Engitix da 54 milioni di dollari, Dompé farmaceutici SpA (“Dompé”) annuncia oggi una collaborazione strategica e un investimento in Engitix Ltd (“Engitix”), l’azienda biofarmaceutica britannica che ha già sviluppato una piattaforma di scoperta di bersagli farmacologici a matrice extracellulare umana (ECM) pionieristica e proprietaria,.

Il round è stato co-guidato da Dompé, come nuovo investitore, insieme all'investitore esistente Netherton Investments, il fondo che investe per conto di Mike Platt, co-fondatore di BlueCrest Capital. Gianluca Rossetti, Corporate Business Development Director di Dompé e Mike Platt, co-fondatore e amministratore delegato di BlueCrest Capital Management sono entrati a far parte del consiglio di amministrazione di Engitix. L'accordo di Dompé con Engitix include sia un investimento che una collaborazione strategica di ricerca e sviluppo pluriennale e multiprogramma per supportare l'identificazione di nuovi trattamenti contro la fibrosi e i tumori solidi associati al fegato.

Dompé fornirà l'accesso diretto a sue strutture, risorse e competenze, tra le quali la piattaforma Exscalate che utilizza Intelligenza artificiale e supercomputing per accelerare la progettazione di farmaci. La piattaforma è in grado di progettare nuove molecole in grado di interagire specificamente con un tessuto o regolare l'attività biologica di una cellula o una proteina. Ad oggi, Exscalate ha consentito a Dompé di accelerare la progettazione di farmaci e allo stesso tempo di identificare nuove applicazioni per entità molecolari esistenti per le quali la sicurezza potenziale è ben consolidata, riducendo il tempo che intercorre tra l'identificazione di una minaccia per la salute e lo sviluppo rapido rapido di nuovi farmaci candidati[1].

L'accordo consente a Engitix di evolvere da piattaforma tecnologica ad azienda biofarmaceutica con una pipeline di prodotti, mentre Dompé beneficierà dei risultati clinici e commerciali e di royalties sui prodotti commercializzati sviluppati nell'ambito della collaborazione.

“La nostra missione è migliorare la vita delle persone e collaboriamo con i migliori team accademici e industriali per accelerare la ricerca che porterà nuove risposte a malattie ancora in cerca di cure”, ha spiegato Marcello Allegretti, Chief Scientific Officer di Dompé. “Non vediamo l'ora di lavorare con il team di Engitix per combinare la potenza di Exscalate con la profonda comprensione che Engitix può vantare sulla biologia la fibrosi e del microambiente dei tumori solidi. La potenza della sua piattaforma ECM ci consente di accelerare la traduzione clinica degli obiettivi oltre le nostre quattro aree terapeutiche interne chiave di oftalmologia, disturbi metabolici, oncologia e gestione del dolore”

Utilizzando la sua piattaforma ECM, Engitix ha creato un portafoglio di programmi interni su un ventaglio di patologie epatiche come la colangite sclerosante primaria PSC); l’adenocarcinoma (PDAC); le metastasi epatiche e il carcinoma epatocellulare (HCC), nonché programmi di scoperta di farmaci associati nella fibrosi e nei tumori solidi. Il finanziamento del round A sarà utilizzato per sviluppare la pipeline di scoperta di farmaci interna di Engitix attraverso nuovi studi clinici, espandere la sua piattaforma di scoperta ECM e le capacità bioinformatiche in nuove aree terapeutiche e per potenziare il suo team, le sue strutture e le sue operazioni.

"Questo finanziamento e la nuova partnership con Dompé ci consentono di continuare la nostra evoluzione da piattaforma a società multi-asset e multiprogramma in fase preclinica e di continuare a dimostrare il valore della nostra piattaforma ECM", ha affermato il Giuseppe Mazza co-fondatore e CEO di Engitix. “Siamo lieti di registrare il sostegno continuo di Mike Platt e di aver ottenuto il supporto di Dompé come partner e investitore. Questo round ci consentirà di far avanzare i nostri programmi preclinici rispetto agli obiettivi identificati utilizzando la nostra piattaforma ECM attraverso la selezione dei candidati e i nuovi studi clinici".

“Sono pronto a correre un rischio e investire precocemente in tecnologie innovative, supportando team altamente motivati e con una forte leadership. Ho investito sin dall'inizio in questa impresa e, in meno di due anni, i progressi e i risultati di Engitix dal finanziamento iniziale sono stati impressionanti", ha affermato Mike Platt co-fondatore e amministratore delegato di BlueCrest Capital Management. “Il valore della piattaforma di Engitix è stato dimostrato attraverso le partnership che ha stabilito e la pipeline di opportunità che ha costruito. La collaborazione con Dompé lo spinge alla fase successiva e non vedo l'ora di lavorare con il consiglio e gli investitori per sfruttare appieno il potenziale di Engitix".

A proposito di Dompé
Dompé è un'azienda biofarmaceutica globale privata in rapida crescita fondata a Milano, in Italia, con un'eredità di 130 anni di innovazione medica. Il dipartimento di ricerca e sviluppo dell'azienda è ancorato a EXSCALATE, una piattaforma di screening virtuale basata sulla struttura sviluppata internamente che sfrutta una delle piattaforme di supercalcolo e intelligenza artificiale più potenti al mondo. Oggi, Dompé impiega più di 800 dipendenti in tutto il mondo e mantiene un hub per le operazioni commerciali negli Stati Uniti nella San Francisco Bay Area, nonché una presenza di ricerca e sviluppo a Boston. Il fatturato 2020 è di 571 milioni di euro.

A proposito di Engitix Ltd
Engitix sta sviluppando un portafoglio di programmi di scoperta di farmaci interni e associati nella fibrosi e nei tumori solidi utilizzando la sua piattaforma pionieristica a matrice extracellulare umana (ECM). L'uso di modelli umani in vitro più rilevanti dal punto di vista fisiologico sta trasformando la capacità di identificare nuovi bersagli, sviluppare trattamenti più avanzati e consentire una previsione più accurata dell'efficacia dei candidati terapeutici. Ha collaborazioni con Dompé farmaceutici S.P.A, Takeda e Morphic Therapeutics. Engitix è stata fondata nel 2016 per commercializzare ricerca all'avanguardia presso l'Institute for Liver and Digestive Health, Division of Medicine, University College London (UCL). La società ha sede a Westworks, White City Place, Londra, Regno Unito. Una società privata, gli investitori di Engitix includono Netherton Investments, un fondo che investe per conto di Mike Platt, e Dompé farmaceutici S.P.A (Dompé), una società biofarmaceutica italiana e statunitense.
Per ulteriori informazioni: www.engitix.com

A proposito di Mike Platt
Mike Platt è il co-fondatore e CEO di BlueCrest Capital Management, che ha avviato alla fine del 2000 dopo quasi un decennio in JP Morgan. Platt ha trasformato BlueCrest in una delle più grandi società di hedge fund del mondo; al suo apice, gestiva più di $ 35 miliardi di asset. Nel 2015 ha liquidato gli investitori esterni, trasformando BlueCrest in un family office. Negli ultimi 6 anni l'azienda è cresciuta, generando un rendimento netto del 95% nel 2020, dopo rendimenti intorno al 50% nel 2016, 2017 e 2019. Il suo patrimonio netto è di 13 miliardi di dollari.


[1] Un esempio è l’accordo dello scorso dicembre con la startup statunitense Aramis Biosciences che la settimana scorsa ha visto autorizzare il primo studio clinico per A197, una molecola identificata da Exscalate e licenziata da Dompé: https://www.globenewswire.com/news-release/2022/01/11/2364781/0/en/Aramis-Biosciences-Announces-FDA-Clearance-of-IND-Application-for-A197-a-Novel-Immunomodulatory-Agent-for-the-Treatment-of-Dry-Eye-Disease.html

Dompé farmaceutici S.p.A. Socio Unico / Capitale sociale € 50.000.000,00
REA MI 289519 - Registro Imprese di Milano / Codice Fiscale e Partita IVA (VAT) IT00791570153

Chiudi