Clinical trial più inclusivi: aumentare la diversity per proteggere i pazienti

Diversity team crema

L’insufficiente diversity degli studi clinici sta emergendo come un problema strutturale in tutto il mondo. La sicurezza e l'efficacia delle nuove terapie sono garantite da ricerche che includono persone di etnia e razze differenti poiché questi fattori possono cambiare la risposta dell’organismo allo stesso farmaco. Ecco perché è così importante aumentare la diversità dei pazienti coinvolti in uno studio: più etnie si considerano, più si avrà la possibilità di evidenziare se ci sono risposte diverse allo stesso farmaco. Ecco perché la diversity è oggi un tema fondamentale per la ricerca. Purtroppo oggi le persone BIPOC (Black, Indigenous, People of Color) sono fortemente sotto-rappresentate negli studi a causa della sfiducia dei pazienti e della mancanza di accesso alle cure, come hanno mostrato Sheba George e colleghi nell’American Journal of Public Health. Negli Stati Uniti, i dati della FDA[1] indicano che gli afroamericani costituiscono il 12% della popolazione, ma appena il 5% dei partecipanti negli studi clinici. Gli ispanici rappresentano il 16% della popolazione, ma solo l'1% dei partecipanti a test clinici. La disparità non si riscontra solo tra i pazienti, ma anche nel numero di ricercatori medici e clinici BIPOC coinvolti negli studi[2]. La maggior parte delle iniziative per aumentare la diversity nelle sperimentazioni cliniche si concentra sui partecipanti, tuttavia i pazienti BIPOC spesso cercano assistenza sanitaria da dottori BIPOC[3]. Con una mancanza di diversità razziale ed etnica tra il personale medico, vengono spesso a mancare i fattori di engagement e di reclutamento essenziali per garantire la diversity negli studi.

Per affrontare questo problema, Dompé cerca continuamente di migliorare la selezione dei centri dove svolgere i clinical trial; di individuare siti in aree sottorappresentate e diversificare i propri KOL e migliorare le fattibilità che sono intrinsecamente parziali. Considerando tutti questi obiettivi, abbiamo creato il team interfunzionale “Diversity Equity & Inclusion” (DE&I) composto da Katrina Journey, Sr. Director of Commercial Strategy, Beth Butler, Sr. Clinical Affairs Manager, Bianca Baker PhD, Director of Medical and Clinical Affairs, Rutvi Doshi OD, FAAO, Direttore regionale, e Danielle Flannery, Direttore associato del marketing del marchio. Nato a giugno 2020, il gruppo ha sviluppato un'iniziativa incentrata sull'aumento della rappresentanza multi razziale tra i ricercatori, i nostri fornitori, KOLS e altri partner. "È fantastico far parte di un'azienda che non solo ha riconosciuto l'importanza della diversity come valore aggiunto per raggiungere i propri obiettivi, ma che è anche disposta a dedicare tempo e risorse per contribuire al cambiamento del mondo farmaceutico" sottolinea Katrina Journey.

Come primo passo in questa iniziativa, Dompé ha avviato una collaborazione con Black EyeCare Perspective (BEP). Fondato dagli optometristi Drs. Adam Ramsey e Darryl Glover, BEP è stato concepito e creato per coltivare e favorire relazioni durature tra gli afroamericani e l'industria oftalmologica. Insieme al dott. Essence Johnson (Chief Visionary Officer) e Jacobi Cleaver (Director of Program Management), stanno ridefinendo la struttura del settore della cura un passo alla volta creando una pipeline per gli studenti di colore nell'optometria. Dompé ha iniziato a spiegare a chi è interessato tra i loro membri alle sperimentazioni cliniche, come funzionano i clinical trials. “La diversità nell'assistenza sanitaria non si limita solo al genere, alla razza e all'orientamento sessuale, ma include il modo in cui si pratica, dove si pratica e a chi forniamo assistenza. Il reclutamento mirato delle minoranze è essenziale per aumentare la rappresentanza in tutte le aree dell'assistenza sanitaria, siano essi pazienti o operatori sanitari, oltre a fornire opportunità di sensibilizzazione ed educazione. Il nostro obiettivo è informare i nostri medici di colore su come poter iniziare gli studi clinici e anche educare e reclutare pazienti per rappresentare al meglio la popolazione degli Stati Uniti. Questo porterà a una ricerca e risultati potenzialmente migliori per la salute di tutti ", afferma Dr. Essence Johnson, OD, FAAO, Chief Visionary Agent di BEP.

[1] Secondo “The Society for Women’s Health Research United States Food and Drug Administration Office of Women’s Health. Dialogues on diversifying clinical trials: successful strategies for engaging women and minorities in clinical trials; 2011”. Disponibile qui: https://www.fda.gov/downloads/ScienceResearch/SpecialTopics/WomensHealthResearch/UCM334959.pdf .

[2] Secondo https://www.aamc.org/data-repo...

[3] Secondo “George, S., Duran, N., & Norris, K. (2014). A Systematic Review of Barriers and Facilitators to Minority Research Participation Among African Americans, Latinos, Asian Americans, and Pacific Islanders. American Journal of Public Health, 104, e16–e31 doi: 10.2105/AJPH.2013.301706 “

Dompé farmaceutici S.p.A. Socio Unico / Capitale sociale € 50.000.000,00
REA MI 289519 - Registro Imprese di Milano / Codice Fiscale e Partita IVA (VAT) IT00791570153