Login

Tipo di accesso

Password dimenticata? Clicca qui

LOGIN
Annulla
Forgot error
DMP_ForgotOK Close

REGISTRATI

Se sei un Medico o un Giornalista e non hai ancora un account Dompé, clicca qui per accedere al modulo di registrazione.

REGISTRATI
 

News

Il riconoscimento come impresa dell’anno per l’innovazione in ricerca e nelle biotecnologie

Dompé riceve il premio internazionale Le Fonti 2016

Milano, 27 giugno 2016. La capacità di innovare nel campo delle biotecnologie e l’open innovation nella ricerca su patologie rare e orfane di cura. Sono questi i due “fiori all’occhiello” del Gruppo Dompé che proprio per queste peculiarità ha ricevuto a Milano, nel corso di una cerimonia di premiazione che si è tenuta a Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa Italiana, il Premio Le Fonti 2016 come Impresa dell’anno “Innovazione, Ricerca e Biotecnologie.

L’award è stato attribuito, si legge nella motivazione, “per l’innovazione dimostrata nel campo delle biotecnologie e per la ricerca all’avanguardia nel settore delle malattie rare. Per l’approccio “open innovation” che ha coinvolto una rete di oltre 200 centri di ricerca internazionali”. Un riconoscimento del valore del percorso nell’innovazione intrapreso da Dompé, sia sul piano nazionale che su quello internazionale, grazie a un network di ricerca per lo studio di soluzioni terapeutiche per patologie rare o orfane di cura e all’apertura di nuove sedi negli Stati Uniti e in Europa.

Ricevere questo riconoscimento è per noi motivo di grande orgoglio, a conferma della bontà di un approccio teso all’innovazione che fa parte, storicamente, del DNA Dompé e che oggi si concretizza all’interno di una scelta strategica: quella di concentrare il nostro impegno nella ricerca biotech in aree ad alto medical need, e al contempo di focalizzarci sull’innovazione incrementale dei nostri prodotti Primary Care – afferma Eugenio Aringhieri, CEO Dompé. “Abbiamo scelto il nostro “campo di gioco” in un ambito estremamente sfidante sia dal punto di vista produttivo sia nel settore della Ricerca e Sviluppo, in cui proprio il concetto della “open innovation” e della rete globale possono portare risultati per i bisogni di salute di migliaia di Pazienti nel mondo. Ne è un esempio la molecola rhNGF: nata da un’intuizione italiana, quella del premio Nobel Rita Levi Montalcini, è stata studiata nei nostri laboratori dell’Aquila e adesso è allo studio in trial globali”.

Le Fonti Awards, giunti quest’anno alla sesta edizione, sono un appuntamento che riunisce le eccellenze d’impresa a livello nazionale e internazionale. L’edizione italiana ha visto per questa edizione la partecipazione di oltre 100 realtà in diversi settori, valutate secondo criteri quali i risultati di business, la leadership di settore, lo sviluppo strategico, l’internazionalizzazione e il livello di innovazione.