Login

Tipo di accesso

Password dimenticata? Clicca qui

LOGIN
Annulla
Forgot error
DMP_ForgotOK Close

REGISTRATI

Se sei un Medico o un Giornalista e non hai ancora un account Dompé, clicca qui per accedere al modulo di registrazione.

REGISTRATI
Seguici su: LinkedIn YouTube

News

 
Accordo per ampliare il polo dell’Aquila e sviluppare nuovi prodotti terapeutici

Invitalia e Dompé firmano Contratto di Sviluppo da 41 milioni di euro

Roma, 19 novembre 2014. Invitalia e Dompé, impresa attiva nel settore dell’industria farmaceutica, hanno firmato un Contratto di Sviluppo per innovare le tecnologie dello stabilimento dell’Aquila e sviluppare prodotti per la cura di patologie dell’occhio e della pelle.

L’accordo è stato siglato a Roma da Domenico Arcuri, Amministratore Delegato di Invitalia, e da Eugenio Aringhieri, Amministratore Delegato di Dompé.

L’investimento complessivo è di 41,5 milioni di euro, di cui 9,5 finanziati da Invitalia.

Più in dettaglio:

  • 23 milioni saranno destinati a un progetto di investimento industriale per l’ampliamento e la diversificazione dello stabilimento abruzzese, in località Campo di Pile all’Aquila, che verrà adeguato per ottenere produzioni a maggiore contenuto tecnologico. Saranno investiti 13,7 milioni per acquistare nuovi macchinari, impianti e attrezzature, mentre 9,3 milioni serviranno ad eseguire opere murarie e strutturali.
  • 18,5 milioni finanzieranno un’attività di ricerca e sviluppo per realizzare e sperimentare nuovi farmaci per la terapia di malattie oftalmiche e altri utilizzi topici.

Il completamento dell’intero programma è previsto per il 2017.

“L’accordo con Dompé – ha affermato Domenico Arcuri – è particolarmente significativo perché consolida la presenza di un’importante azienda in un territorio, come quello aquilano, che affronta una delicata fase sotto il profilo economico e a cui Invitalia sta rivolgendo specifica attenzione con alcuni dei suoi incentivi per contribuire al rilancio delle attività produttive e imprenditoriali”.

“La ricerca dell’innovazione è un impegno costante nella nostra prospettiva strategica e questo accordo conferma una volta di più come il polo di Ricerca e produttivo dell’Aquila sia all’avanguardia nel settore, e come intenda continuare ad esserlo – ha spiegato Eugenio Aringhieri. Grazie a questo importante passaggio, si rafforzano ulteriormente gli investimenti del Gruppo nell’ambito dell’innovazione, a vantaggio dei bisogni di salute dei Pazienti nel mondo. In particolare, verranno potenziate da un lato le attività di Ricerca e Produzione legate allo sviluppo del Nerve Growth Factor come possibile soluzione terapeutica per patologie oftalmiche e per altri utilizzi topici, dall’altro prevediamo l’ampliamento della capacità produttiva e l’installazione di nuove linee a supporto del Primary Care”.