Login

Tipo di accesso

Password dimenticata? Clicca qui

LOGIN
Annulla
Forgot error
DMP_ForgotOK Close

REGISTRATI

Se sei un Medico o un Giornalista e non hai ancora un account Dompé, clicca qui per accedere al modulo di registrazione.

REGISTRATI
Seguici su: LinkedIn YouTube

News

 
Dompé lancia il concorso tutto italiano che racconta il mondo scientifico con gli occhi dei giovani sceneggiatori

Movie Creative Contest: un progetto che “proietta” la ricerca

  • L’iniziativa di Responsabilità Sociale, unica nel suo genere, punta a veicolare i grandi temi della ricerca nel campo dell’innovazione scientifica, attraverso il linguaggio cinematografico.
  • “Sosteniamo la ricerca per un mondo migliore”: questo il claim da cui i partecipanti, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, potranno prendere ispirazione per raccontare in modo creativo il mondo della scienza.
  • Le sceneggiature saranno valutate da una giuria composta dal regista Edoardo Winspeare (In grazia di Dio, 2014) in qualità di presidente, dall’attrice Alba Rohrwacher (Le meraviglie, Grand Prix Speciale della Giuria Cannes 2014), Nathalie Dompé, come rappresentante del Gruppo biofarmaceutico, Ginevra Elkann, presidente Good Films, e Tommaso Fagioli per Good Short Films.
  • La sceneggiatura vincitrice sarà invece scelta dai collaboratori Dompé, a partire dalla shortlist indicata dalla giuria di esperti. In palio, oltre a un premio in gettoni d’oro, la possibilità di vedere il proprio soggetto divenire un corto d’autore che sarà presentato e diffuso a partire dal 14 Novembre 2014 in concomitanza con il DD DAY Dompè.
  • Il Gruppo biofarmaceutico Dompé si impegna inoltre a supportare, in modo direttamente proporzionale al numero di sceneggiature ricevute, l’attività di ricerca sul diabete dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano.

Milano, 12 maggio 2014 – Dall’Olio di Lorenzo, che narra della ricerca di una soluzione terapeutica per il piccolo protagonista, a Creator, in cui Peter O’Toole interpreta un Nobel per la medicina, passando per il piccolo schermo con i più celebri medical drama, da E.R. a Grey’s Anatomy. Sono solo alcuni esempi di come la pellicola ha saputo raccontare la scienza fino a farla divenire patrimonio degli spettatori, confermandosi strumento eccezionale e capace di evocare con la forza dell’immagine e del dialogo l’importanza di sviluppare nuove soluzioni per la salute.

Questa l’idea alla base del Movie Creative Contest, un’iniziativa di Responsabilità Sociale del Gruppo biofarmaceutico Dompé sviluppata in collaborazione con Good Short Films, il nuovo progetto di Good Films Srl che coniuga cinema e social media, interamente dedicato al mondo dei cortometraggi.

Un concorso che scommette sulla capacità dei giovani sceneggiatori e che offre l’opportunità di cimentarsi nella ideazione di un testo pensato per il cinema, capace di raccontare in maniera creativa ed originale l’importanza della ricerca nel campo dell’innovazione scientifica, seguendo in piena libertà interpretativa il claim “Sosteniamo la ricerca per un mondo migliore”.

“Il cinema può essere un formidabile strumento per veicolare al grande pubblico l’importanza e il coraggio alla base dell’impegno in ricerca, vera chiave di volta per l’individuazione di innovativi approcci terapeutici a tutela della salute di tutti – spiega Nathalie Dompé, Responsabile Corporate Social Responsibility del Gruppo. Siamo particolarmente orgogliosi di promuovere questo concorso che unisce due mondi apparentemente distanti come cinema e medicina, ma accomunati dalla stessa “capacità visionaria” di chi guarda la realtà con occhi lungimiranti, scommettendo sul futuro. Proprio per questo il nostro Gruppo, da sempre impegnato in attività di Ricerca e Sviluppo per malattie rare spesso orfane di cura, ha scelto di supportare attraverso questa iniziativa le attività di ricerca del San Raffaele Diabetes Institute (DRI), Centro di ricerca sul diabete dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano. Dalla sala cinematografica ai centri di ricerca, un concorso che unisce differenti prospettive per un obiettivo comune: sostenere la ricerca”.

Il Movie Creative Contest è aperto a tutti i giovani tra i 18 e i 35 anni e si propone di individuare una sceneggiatura che sappia raccontare con linguaggio e contenuto non convenzionali il mondo dell’innovazione farmaceutica. Di tutte le sceneggiature pervenute tra il 12 maggio e il 20 giugno 2014 all’indirizzo creative.contest@dompe.com (unitamente alla scheda di partecipazione, scaricabile dalla sezione dedicata, e a un documento di identità in corso di validità), la commissione giudicatrice – composta da esperti del panorama cinematografico – selezionerà una shortlist delle tre proposte che riterrà più adatte a rappresentare il tema proposto. A scegliere la sceneggiatura vincitrice saranno invece i collaboratori Dompé. Oltre a un premio di 5.000 euro in gettoni d’oro, il giovane vincitore potrà veder nascere un cortometraggio basato sul proprio lavoro.

“Potrei dire a commento di questa iniziativa semplicemente “Otto e mezzo” o “E la nave Va” di Fellini, piuttosto che “A Zed & two Noughts” o “Drowing By Numbers” di Peter Greenaway. Non sono film che parlano di ricerca ma sono essi stessi l’essenza della ricerca in quanto includono pensiero, capacità di vedere le cose da un punto di vista differente, tecnica, fantasia e “visione” cioè tutti gli elementi della ricerca scientifica – afferma Lorenzo Piemonti, vice direttore del San Raffaele Diabetes Research Institute (DRI). Per questo l’idea di associare questi due mondi è estremamente stimolante e non può che essere una occasione importante per favorire la comunicazione tra la ricerca scientifica e la società, un dialogo che necessità di essere sempre più stimolato”.

Per conoscere le modalità di invio dell’elaborato, consultare il regolamento del concorso, scaricare la scheda di partecipazione e per maggiori informazioni, si rimanda alla sezione dedicata all’iniziativa.

E se i supereroi non fossero come li avevi immaginati?

Clicca qui.

E se i supereroi non fossero come li avevi immaginati? Clicca qui.